Interstizi

“…. Il più, grande stregone (scrive memorabilmente Novalis) sarebbe quello capace di stregare fino al punto di prendere le proprie fantasmagorie per apparizioni autonome. Non sarà questo il nostro caso?” Io congetturo che così è. Noi (la indivisa divinità che opera in noi) abbiamo sognato il mondo. Lo abbiamo sognato resistente, misterioso, visibile, ubiquo nello spazio e fermo nel tempo; ma abbiamo ammesso nella sua architettura tenui ed eterni interstizi di assurdità, per sapere che è finto."

J.L.Borges, Metempsicosi della tartaruga

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s