Invocazione

Le sere peggiori sono quelle in cui silenziosamente invoco Francesco in una pausa della sua presenza. Basta un suo libro fuori posto, un dettaglio lasciato dal suo passaggio, la voce inventata nelle sere in cui camera sua e’ vuota. Mentre tutti dormono, tocco la sua assenza in ogni singolo angolo di questa casa. E mentre lui ha imparato a gestire l’ombra di un padre sbagliato, io ancora mi perdo negli oggetti della sua quotidianita’ interrotta.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s