Cena delle quinte

Essere insengnate e’ anche accettare di dimenticare ed essere dimenticati, un’ottima palestra all’oblio. Stanca pero’ ogni anno salutare cosi’ tanti volti quotidiani, sovrapporre in modo confuso lineamenti, voci e nomi. Alla cena delle quinte, poco prima che arrivassero tutti, ho riempito qualche minuto di orizzonte e nuvole, ho fatto spazio per accogliere tutti gli studenti e le studentesse che incrocio distrattamente ogni mattina. Sforzo inutile. Ecco, essere insegnante e’ uno sforzo inutile. Ed e’ come un albero, non ti porta da nessuna parte, e’ solo un promemoria per distinguere a colpo d’occhio il basso dall’alto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s