Successione

Sono un po’ stanco di libri scolastici sempre più patinati, colorati, simpatici, accattivanti, somiglianti spaventosamente al catalogo Postal Market di mia madre che sfogliavo di nascosto da bambino alla ricerca delle prime curve (non matenatiche). L’idea che la matematica (e la cultura) debba essere veloce e simpatica, con la copertina lucida e le foto luminose come se fosse una pagina web è un’idea che mi lascia tiepido. Nell’insolito silenzio della sala insegnanti cerco alternative tra i miei ricordi di apprendistato.

Advertisements

4 thoughts on “Successione

  1. Per quel po’ che ne ho fatto uso, mi piacevano i testi della serie Multi ForMat della Paravia: volumetti monotematici che costano poco (li ho usati per le medie, ma ci sono anche per argomenti delle superiori).
    Così si potrebbero far comprare e portare solo pagine che servono, e non mattoni costosissimi e nocivi per la salute che per gran parte non si usano.
    Di quelli della foto conosco solo quello di mezzo: per usarlo bene occorre una certa maturità, poiché il ritmo di utilizzo deve essere deciso dallo studente/studioso a seconda del bagaglio già acquisito.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s