Frammenti di una lettera di buon compleanno.

Caro Francesco

ti ho guardato dall’angolo di una stanza, ombra che si allunga, tempo sostituito da altro tempo. Ricordo il tuo primo sguardo da dietro un vetro, ricordo ogni tuo compleanno, ricordo pomeriggi, notti, parole e respiri e versi e abbracci ed ogni altra cosa che lentamente compone una vita. Oggi hai guardato con sguardo nuovo alla luce di ogni giorno, otto anni sembrano pochi, a me sembrano un oceano. Ho attraversato con te parte di questo tempo, l’ho fatto nell’unico modo che so, giusto o sbagliato che sia, ho accolto ogni tuo passo come l’ombra accoglie il movimento del piede quando tocca terra, senza anticipo o ritardo. Continuo a guardarti, anche quando la tua stanza e’ vuota, anche quando tutto il tempo del mondo non puo’ riempire il poco spazio che ci separa. Dalla tua finestra, stanotte, entra un vento diverso dal mio, la tua porta rimane silenziosa, altri muri contengono adesso il tuo respiro. Non importa, bambino mio, faremo insieme, nel tempo concesso, altri passi, altra strada, altro tempo. Riposa nel giorno del tuo compleanno, a distanza io riposo con te. Papa’.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s